Bosnia, il lungo cammino per l'universalità dei diritti

I passati eventi bellici, e una difficile transizione economico-sociale, hanno contribuito a far si che le persone con disabilità intellettiva in Bosnia-Erzegovina non siano solo i membri più vulnerabili della società, ma anche quelli più trascurati...

I passati eventi bellici, e una difficile transizione economico-sociale, hanno contribuito a far si che le persone con disabilità intellettiva in Bosnia-Erzegovina non siano solo i membri più vulnerabili della società, ma anche quelli più trascurati. Secondo un recente rapporto le autorità nazionali non hanno finora definito un adeguato sistema di sostegno sociale che consenta loro una vita indipendente e dignitosa. Un tema che evidenzia la difficile situazione dei disabili mentali è la privazione della capacità giuridica tuttora in pratica nelle corti del paese. Nonostante alcuni progressi visti nel corso del 2011, lo studio evidenzia che lo stato ex-jugoslavo ha una lunga strada da percorrere per adempiere gli obblighi dalla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, ratificata nel marzo 2010. 

Fonte: Superabile.