IN ABRUZZO VITA INDIPENDENTE PER I DISABILI GRAVI

In Abruzzo il Consiglio Regionale ha approvato all’unanimità la legge sulla Vita Indipendente che permette alle persone affette da gravi disabilità di diventare autonomi scegliendo direttamente l’assistente, vivendo quindi a casa propria senza essere obbligatoriamente relegate in centri di assistenza.

Vita Indipendente è un movimento internazionale sorto negli anni ’70 nell’ambiente universitario di Berkeley, in California. Il suo fondatore, Ed Roberts, insieme ad alcuni suoi compagni di università, tutti gravemente disabili, hanno elaborato questo progetto per far sì che i disabili gravi potessero autodeterminarsi e partecipare attivamente alla società.

Grazie al provvedimento proposto da Riccardo Chiavaroli, (consigliere e portavoce del gruppo Pdl in Consiglio Regionale) e Nicoletta Verì (consigliere regionale del medesimo partito e Presidente della Quinta Commissione), accolto con entusiasmo dalle forze politiche presenti in consiglio regionale, in Abruzzo i disabili gravi potranno decidere in autonomia le cure e l’assistenza.

Fonte: Disabili.com