Imprenditrici sorde aprono un negozio d'informatica: la sfida di Carla e Luna

Le imprenditrici hanno inaugurato la nuova attività senza barriere a Ravenna: "Solo l'inizio di un nuovo percorso che dia la possibilità a tutti di interagire". L'assessore Cameliani: "Esempio per tanti"

RAVENNA - Carla, originaria di Riccione, è allenatrice della squadra di calcetto di "Faience" di Faenza e direttore tecnico della nazionale sorda femminile di calcio. Luna è fotografa e informatica romana. Entrambe sorde hanno lanciato una sfida, non solo personale: l'apertura, il 29 luglio, in via Zalamella a Ravenna, di un negozio di informatica senza barriere. Tecnologia, passione, disabilità, comunicazione: un nuovo cammino professionale per le due donne, una scommessa per tutti. Il taglio del nastro non a caso è stato affidato all'assessore alle attività produttive del comune di Ravenna.
"Crediamo che la sordità non sia un ostacolo - affermano le due imprenditrici, Carla Ciotti e Luna Bizzarri -, ma, al contrario, un modo per integrarci ancora di più con il mondo udente che ci circonda, poiché agli occhi degli altri il nostro mondo appare invisibile e sconosciuto". E' il primo negozio gestito da due ragazze sorde. "Crediamo che questo possa essere solo l'inizio di un nuovo percorso che dia la possibilità a tutti di interagire tra loro, udenti e sordi", dicono. L'assessore Cameliani si è congratulato con le due imprenditrici "per il coraggio dimostrato con la loro iniziativa. Auspico che questa esperienza sia d'esempio per tanti". (Ginevra Gatti) 

Fonte: Superabile.it