Giornata nazionale del cane guida, servizio di utilità sociale. "Accogliamolo"

Passeggiate e dimostrazioni in città, per chiedere alla cittadinanza di "accogliere con disponibilità e simpatia questi animali nei luoghi pubblici: l'ingresso rifiutato a un cane guida è una porta sbattuta in faccia a una persona non vedente"

ROMA - "L'ingresso rifiutato a un cane guida è una porta sbattuta in faccia alla persona non vedente": è da questa consapevolezza che parte l'appello dell'Uici (Unione italiana ciechi e ipovedenti), in occasione della nona Giornata nazionale del cane guida, in programma per il 16 ottobre. "Tanti ciechi e ipovedenti si avvalgono dell'aiuto di un cane guida per la loro indipendenza personale e per la loro autonomia quotidiana - spiegano i promotori - appositamente addestrati per questo scopo grazie ad un lungo lavoro di preparazione che dura circa due anni". Si tratta di cani "dall'indole mite, socievole e gioiosa; sono stati abituati a un comportamento educato e civile in ogni contesto e risultano solitamente graditi e gradevoli anche per le persone con le quali entrano in contatto". Svolgono un ruolo di sostegno fondamentale, eppure in tanti luoghi pubblici, si continua a vietare loro l'ingresso, a dispetto della legge. Per questo, l'Uici rivolge un "accorato appello alla cittadinanza perché accolga questi animali con disponibilità e simpatia soprattutto nei luoghi pubblici quali: autobus, taxi, ristoranti, alberghi, esercizi commerciali, ecc., senza timore e senza pregiudizio. La legge - continuano i promotori - obbliga ad accogliere i cani guida in ogni luogo pubblico o aperto al pubblico, ma più che la forza della legge noi vogliamo richiamare la sensibilità, la disponibilità e l'educazione civica di tutti i cittadini. Accogliamo con fiducia questi nostri amici a quattro zampe che svolgono un servizio di utilità sociale e che consentono a tante persone non vedenti di vivere una vita più libera e normale".
Tra l'altro, il numero dei cani addestrati ogni anno è insufficiente rispetto alla richiesta di questo supporto da parte delle persone non vedenti, che spesso devono attendere molti mesi prima di ricevere il proprio cane. La giornata nazionale vuole quindi essere un'occasione per sensibilizzare la cittadinanza su questo bisogno sociale e sull'importante ruolo che questi animali svolgono. Numerose le iniziative in programma in tutta Italia: a Roma, l'Uici ha organizzato la "Dog parade", con passeggiate e dimostrazioni da via Borgognona, sede dell'associazione, a piazza San Silvestro, a partire dalle 14. 

Fonte: Superabile.it