Jobs act, il governo metterà mano alla legge 68: novità in vista per i lavoratori disabili

Tra le misure previste nel "Jobs Act", la legge delega di riforma del mercato del lavoro, c'è anche la razionalizzazione e la revisione delle procedure e degli adempimenti in materia di inserimento mirato delle persone con disabilità

ROMA - Potrebbe finalmente "svecchiarsi" la legge 68/99, che regola le procedure e gli obblighi in materia di inserimento di lavoratori disabili: è quanto lascia sperare il maxiemendamento al "Jobs Act", la riforma del mercato del lavoro, presentato in Aula al Senato dal governo: testo sul quale l'esecutivo chiede il voto di fiducia.
L'articolo 1 del testo, che dà l'impronta complessiva al provvedimento, prevede di affidare al governo "deleghe in materia di riforma degli ammortizzatori sociali, dei servizi per il lavoro e delle politiche attive, nonché in materia di riordino della disciplina dei rapporti di lavoro e dell'attività ispettiva e di tutela e conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro". Tra i vari punti compresi nel primo articolo e specificati poi dal testo, c'è (alla lettera g) anche la "razionalizzazione e revisione delle procedure e degli adempimenti in materia di inserimento mirato delle persone con disabilità di cui alla legge 12 marzo 1999, n. 68, e degli altri soggetti aventi diritto al collocamento obbligatorio, al fine di favorirne l'inserimento e l'integrazione nel mercato del lavoro".
Ottenuto il via libera dal Senato, il testo passerà alla Camera per l'approvazione finale. Si tratta di una legge delega, per cui dopo l'approvazione da parte del Parlamento, il governo avrà alcuni mesi di tempo per dare concreta attuazione alla riforma con l'emanazione dei relativi decreti legislativi. Sarà solo in quella sede, dnque, che si andrà nello specifico della normativa e si comprenderà esattamente la portata delle novità legislative che aspettano le persone con disabilità e che devono mirare - secondo il testo della legge delega - alla "razionalizzazione e revisione delle procedure e degli adempimenti in materia di inserimento mirato". 

Fonte: Superabile.it