Tattile, digitale, in Braille o Lis: il libro accessibile si mette in mostra

Promossa da Area Onlus in collaborazione con la fondazione Agnelli a Torino, la rassegna andrà avanti fino al 31 ottobre. Vi interverranno docenti universitari, ricercatori, scrittori ed editori, per fare il punto sull’editoria accessibile e sulle sue applicazioni nel sistema scolastico

TORINO - Se la cultura dev'essere per tutti, meglio iniziare da giovani. Con questo spirito, si apre oggi a Torino la prima settimana del libro accessibile, una rassegna di convegni, workshop, laboratori ed eventi sull'editoria che si rivolge ai disabili: libri tattili, digitali, con marcatori visivi o Lis; ma anche ad alta leggibilità, senza parole o espressi in simboli.
Promossa da Area onlus, in collaborazione con la fondazione Giovanni Angelli, l'iniziativa prende il nome di "Lettori senza frontiere": vi partecipano scrittori, editori e docenti universitari, invitati a fare il punto sull'editoria accessibile in Italia e all'estero. I primi destinatari saranno invece gli operatori del sistema educativo e i ragazzi delle scuole di ogni ordine e grado: a loro sono rivolti i cinque giorni di laboratori che si terranno nella sede di Area Onlus dal 27 al 31 ottobre, durante i quali potranno incontrare, tra gli altri, lo scrittore Massimiliano Verga, che in "Un gettone di libertà" (Mondadori) ha raccontato, con ironia e tenerezza, la sua esperienza di padre di un bimbo affetto da grave disabilità. Parallelamente, docenti ed educatori potranno frequentare una serie di workshop sugli utilizzi del libro accessibile all'interno del sistema scolastico, in relazione alle diverse forme di disabilità.
Oggi, sabato 25, inoltre, Andrea Canevaro - già direttore del dipartimento di Scienze dell'educazione dell'università di Bologna e membro della Commissione scientifica dell'Osservatorio nazionale per l'integrazione dei disabili - terrà una lectio magistralis nel convegno d'apertura, dedicato a "L'editoria accessibile come strumento di apprendimento, inclusione e crescita sociale". Tra gli altri relatori, l'esperta di letteratura per l'infanzia e handicap Elena Cormiglia illustrerà lo stato dell'arte del libro accessibile in Italia; Caterina Ramonda, istruttrice bibliotecaria,  indicherà percorsi di lettura per ragazzi; Della Passarelli, editrice, racconterà il ruolo delle case editrici nello sviluppo di un progetto di libro ad alta leggibilità; mentre Andrea Mangiatordi, ricercatore in didattica e pedagogia speciale presso l'università Bicocca di Milano, parlerà di libri digitali e app come potenziali strumenti di apprendimento e conoscenza per i bambini con bisogni educativi speciali.
Attiva dal 1982, Area Onlus si occupa in prevalenza di bambini, adolescenti e giovani adulti cui è stata diagnosticata una disabilità complessa derivante da sindromi genetiche, neurologiche o da esiti di sofferenze perinatali. Il lavoro della onlus, di orientamento psicodinamico, è caratterizzato dalla presa in carico dell'intero nucleo familiare e dal coinvolgimento degli operatori sociosanitari di riferimento. "Negli ultimi anni - spiega la presidente Gianna Recchi - abbiamo approfondito le tematiche collegate all'editoria accessibile dedicata all'infanzia e all'adolescenza, portando avanti una riflessione attenta e puntuale sulle reali possibilità di inclusione che questo tipo di strumento offre. La particolare caratteristica di questi libri, costruiti a partire da codici espressivi diversi e compresenti, fa sì che essi siano allo stesso tempo speciali, perché rispondono a particolari bisogni di lettura e per tutti, perché consentono esperienze condivise".
All'interno della rassegna - patrocinata dalla città di Torino, la regione Piemonte e il ministero dell'Istruzione - ogni giornata sarà dedicata a un tema specifico: si discuterà di dislessia e disturbi della comunicazione; dei silent books, in cui la narrazione è veicolata esclusivamente attraverso le immagini; della comunicazione aumentativa e alternativa, di libri tattili e disabilità sensoriali. La partecipazione è gratuita per tutti gli eventi, previa prenotazione (segreteria.contesti@areato.org). Durante la settimana, sarà inoltre possibile visitare la mostra di libri accessibili per l'infanzia "Vietato non sfogliare", già esposta nell'edizione 2013 del Salone del libro. Per informazioni: www.areato.org. (ams) 

Fonte: Superabile.it