La Marcia per la Dignità a Palermo


13 apr 2017 - Di Giovanni Cupidi.

Si è svolta ieri a Palermo la "Marcia per la Dignità" indetta dal comitato #siamohandicappatinocretini di cui tra l'altro faccio parte. Una manifestazione silenziosa per ribadire senza parole, ormai fin troppo abusate da chi governa e ormai tutte utilizzate da parte nostra, le nostre richieste, necessità e proposte. Una marcia a cui hanno partecipato associazioni, singoli cittadini con o senza disabilità, studenti e che ha visto tra i suoi sostenitori il Vescovo e l'Imam di Palermo uniti e che con voce unica hanno dato voce e forza alla nostra battaglia per tutti i siciliani con una disabilità. La Marcia ha avuto luogo a partire dalla Cattedrale per poi dirigersi verso l'ARS (il parlamento siciliano) per poi concludersi davanti Palazzo d'Orleans sede della Presidenza della Regione. Si è cominciato con un messaggio che il Vescovo a voluto rivolgere a tutti soprattutto nei confronti di chi avesse qualsivoglia intenzione di strumentalizzare la manifestazione di ieri è rinnovando il suo pieno sostegno. Anche l'Imam ha voluto comunicare tutta la sua solidarietà e il carattere fortemente umano della giornata. Altri due sono stati i momenti significativi: uno davanti l'ARS nel quale io ho fatto il punto della situazione raccontando anche i fatti degli ultimi due mesi; e poi l'altro davanti la sede della Presidenza in cui è stato letto un appello a Mattarella affinché con lettera alle Camere si rimetta al centro delle Istituzioni il tema della Disabilità!

È stata una giornata bellissima, partecipata (2000 persone circa), sentita e che si è fatta sentire. Coraggiosa, umile ma forte! Sublimata a mio avviso dall'aver messo insieme uno a fianco all'altro il vescovo e l'Imam di Palermo e dalla risposta data a Crocetta che nella sua vigliaccheria di aspettarci dietro guardie e giornalisti non si aspettava che ci girassimo e andassimo via senza volerlo incontrare per sentire i suoi ennesimi "numeri".
Un successo, quindi, che merita risposte vere e non i soldi del monopoli messi fino ad ora! Ma non molliamo, hanno (i politici) l'occasione di fare della Disabilità la priorità con la finanziaria...vedremo.


L'eco di questa manifestazione è stata potente già ancor prima che iniziasse grazie agli interventi del giorno prima di Lorenzo Jovanotti che dallo "speaker corner" della trasmissione di Fiorello "Edicola Fiore" ha lanciato un pesantissimo attacco al presidente Crocetta vero responsabile (con la classe politica) delle continue e perpetuare prese in giro degli ultimi due mesi; ma anche dal suo comico Ficarra e Picone che sempre il giorno prima inchiodavano Crocetta, con dovizia di puntualissime cifre, alle bugie raccontate sui fondi messi a disposizione.


Chi non è voluto mancare all'appuntamento di ieri è stato PIF che di questa battaglia è stato l'alfiere più decisivo e certamente il più penetrante nei palazzi del potere. Ovviamente non poteva non esserci che l'epilogo che tutti si aspettavano, ossia il faccia a faccia con Crocetta: ed è a quel punto che Pif ha invitato Crocetta ad "uscire le palle" e andare in Aula a risolvere questa vicenda ormai diventata un vero caso nazionale. Caso nazionale perché oggi anche testate giornalistiche come il Corriere e giornalisti del calibro di Gian Antonio Stella si sono occupati con dovizia di particolari della nostra battaglia. Come anche praticamente tutte le testate nazionali e le televisioni nazionali hanno dedicato articoli su articoli e servizi tv, tra i più efficaci quello realizzato da Stefania Petyx per Striscia la Notizia, alla MARCIA PER LA DIGNITÀ di ieri!

Grazie a tutti


Nel link tutte le foto.