Fondo non autosufficienza, il sottosegretario Biondelli: “Ci saranno 500 milioni”

Biondelli assicura che “non ci sarà nessun taglio” e che “per il corrente anno rimane confermato l’importo pari a 450 milioni di euro, a valere sul bilancio dello Stato. Ulteriori 50 milioni di euro saranno previsti nel decreto di riparto a valere sui bilanci regionali”

ROMA - “Questo Governo ha posto le politiche sociali in cima alla scala delle priorità, prevedendo a tal fine l’attribuzione di risorse e intervenendo con provvedimenti normativi attesi da sempre, si pensi, ad esempio, alla legge sul dopo di noi”. A dirlo, in un’intervista al magazine online Ofcs Report, è Franca Biondelli, sottosegretario di Stato al ministero del Lavoro e delle politiche sociali.

L’esponente del governo Gentiloni in una intervista rilasciata a Ofcs Report sottolinea che “il ministero è impegnato nella stesura dei decreti legislativi attuativi della legge di riforma del Terzo settore, approvata nel giugno 2016. Quanto al dibattito sui fondi destinati alla non autosufficienza (Fna), la Biondelli assicura che “non ci sarà nessun taglio” e che “per il corrente anno rimane confermato l’importo pari a 450 milioni di euro, a valere sul bilancio dello Stato, che rappresenta comunque un incremento rispetto alla dotazione di 400 milioni del 2016, nonché il massimo storico. Ulteriori 50 milioni di euro saranno comunque previsti nel decreto di riparto a valere sui bilanci regionali con la medesima finalizzazione del Fna, portando la dotazione complessiva a 500 milioni di euro”.

Fonte: Superabile.