Via le barriere da 620 stazioni: la Rete ferroviaria investe 2,5 miliardi per i prossimi 10 anni

L’impegno rinnovato da Rfi in occasione della XV eduzione della Giornata nazionale per l’abbattimento delle barriere architettoniche promossa da Fiaba

ROMA – 620 stazioni ferroviarie diventeranno accessibili nei prossimi 10 anni: costerà 2.5 miliardi l’impegno promesso da Rfi, la Rete ferroviaria italiana, in occasione della XV eduzione della Giornata nazionale per l’abbattimento delle barriere architettoniche promossa da Fiaba. Un impegno che si rinnova, visto che solo ne 2017 sono stati investiti 220 milioni di euro in 50 stazioni: interventi che fanno parte di un programma ad ampio respiro, il Piano industriale 2017-2026 di Fs italiane.
 
In particolare, gli interventi programmati per migliorare le infrastrutture prevedono: l’innalzamento dei marciapiedi (55 cm dal piano dei binari) per facilitare l’entrata e l’uscita dai treni; la riqualificazione dei sottopassaggi pedonali e la realizzazione di nuove rampe di accesso ai binari; l’attivazione di ascensori; l’installazione di percorsi e mappe tattili per non vedenti; la realizzazione di nuove pensiline e la riqualificazione di quelle esistenti.
 
In programma anche il miglioramento dei sistemi di informazione al pubblico, sia audio sia video, grazie all’installazione di nuovi monitor e impianti di diffusione sonora e il miglioramento della segnaletica di stazione e dell’illuminazione. Inoltre, saranno effettuati interventi anche nelle aree di accesso alle stazioni con la creazione di parcheggi auto, stalli per la sosta delle due ruote e appositi sistemi per facilitare salita e discesa dei viaggiatori, senza bici in spalla.
 
Entro la fine del 2017 saranno completati i lavori di rinnovamento e abbattimento delle barriere architettoniche con un investimento complessivo di 220 milioni di euro in 50 stazioni distribuite su tutto il territorio nazionale. Altrettanti interventi sono previsti nel 2018. Anche le tecnologie digitali miglioreranno l’accessibilità delle stazioni: prevista, ad esempio, l’installazione di nuovi tornelli per il controllo automatizzato degli accessi ai binari e la validazione del biglietto elettronico, e l’estensione a nuove stazioni del progetto “Wi-Life Station”, il portale virtuale di stazione per informazioni di viaggio e altre utilità.

Fonte: Superabile.