La Fand chiede un Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla disabilità

La richiesta avanzata dalla delegazione della Federazione che è stata ricevuta a Palazzo Chigi da Maria Elena Boschi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio. Per il presidente Fand, Bettoni, si tratterebbe di una figura che possa farsi interlocutore privilegiato e punto di raccordo fra i vari Ministeri al fine di coordinare le politiche sulla disabilità nel nostro paese”

ROMA - Una delegazione FAND (Federazione tra le Associazioni Nazionali dei Disabili) composta dal Presidente Franco Bettoni, dal Vice Presidente Nazaro Pagano e dall’Avv. Vincenzo Zoccano, in rappresentanza dell’UICI (Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti), è stata ricevuta a Palazzo Chigi lo scorso 8 novembre dal Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Maria Elena Boschi.

A seguito di quell’incontro, il Presidente Bettoni, nel rivolgere il proprio ringraziamento per la disponibilità e l’interesse manifestato, esprime soddisfazione a nome della FAND, sottolineando come “il dialogo continuo e costante con le Istituzioni rappresenti per la FAND una delle principali modalità attraverso cui porta avanti la propria azione di sensibilizzazione e di rivendicazione dei diritti delle persone con disabilità”.

“È stata certamente un’occasione importante per far conoscere la nostra realtà di Federazione che si occupa e si preoccupa delle esigenze globali delle persone con disabilità - afferma Bettoni - e per affrontare alcune tematiche più stringenti su cui riteniamo gli organi di governo debbano intervenire repentinamente, prima della fine della legislatura”.

“Boschi – continua il Presidente - si è mostrata molto vicina e sensibile alle nostre istanze che ci auguriamo possano essere accolte quanto prima. Mi riferisco in particolare all’adozione da parte del governo di alcuni provvedimenti che attendono la luce da troppo tempo (linee guida sul funzionamento dei servizi per il collocamento mirato, pubblicazione dell’VIII Relazione al parlamento sullo stato di attuazione della L. 68/99, approvazione del secondo piano d’azione biennale sulla condizione delle persone con disabilità, approvazione alla Camera dei deputati del disegno di legge sul riconoscimento della LIS)”.

“Su altre proposte che richiedono l’avvio di un processo di modifica legislativa – conclude Bettoni - abbiamo invece avviato un dialogo che ci auguriamo possa trovare terreno fertile anche con l’avvio della nuova legislatura: fra tutte ricordo quella relativa alla previsione di un Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega sul tema della disabilità che possa farsi interlocutore privilegiato e punto di raccordo fra i vari Ministeri al fine di coordinare le politiche sulla disabilità nel nostro paese”.  

Fonte: Superabile.